Sicurezza anti-covid in azienda: la check list

prodotti e servizi per la protezione da covid-19

Sicurezza anti-covid in azienda: la check list

9 Luglio 2020 news 0

E’ sempre più necessaria per le aziende un servizio di consulenza specialistica di sicurezza negli ambienti da lavoro che possa garantire la conformità ai Protocolli del 14 marzo 2020 e del 24 aprile 2020 attualmente in vigore e tutte le modifiche ed integrazioni che potranno avvenire nel tempo in materia di rischio biologico da Covid-19 e di adeguamento alle linee guida o ordinanze emanate da Governo, Regioni, Comuni ed altri enti preposti. Il primo passo è procedere ad una attenta analisi della situazione aziendale e verifica della conformità a quanto richiesto dai protocolli condivisi tempo per tempo  in vigore, con verifica della situazione tramite check – list definite:

  • compilazione con il supporto di un Responsabile Aziendale della check list inerente la conformità al Protocollo in vigore e condivisione del contenuto;
  • individuazione delle principali difformità e definizione in modo condiviso delle priorità delle misure da attuare;
  • definizione delle tempistiche e delle modalità di attuazione delle misure di prevenzione e protezione in relazione al contesto aziendale.

Il passo successivo consiste nella definizione delle procedure da applicare formazione ed attuazione:

  • validazione della procedura relativa alla modalità di accesso di Esterni in azienda e verifica dell’effettiva  attuazione della stessa. Pur garantendo la conformità con i principi indicati all’art.26 del DL 81/08 verranno proceduralizzati le modalità di accesso degli appaltatori, dei fornitori esterni, dei clienti, etc che accedono in azienda tramite le procedure relative alla sicurezza antinfortunistica da applicare alla normale attività sarà necessario garantire quelle indicate dal protocollo al punto 3 e riferite all’emergenza Covid-19;
  • validazione di procedure di pulizia e sanificazione da prevedersi nei luoghi di lavoro prime e dopo la riapertura delle attività per ottemperare ai protocolli in vigore. Modalità e periodicità del processo di sanificazione secondo quanto specificato al punto 4 del protocollo vigente;
  • validazione di procedure di Gestione degli obblighi interni delle precauzioni igieniche personali – sistemi di controllo e definizione dei luoghi e della segnaletica necessaria per individuare i sistemi interni di igienizzanti;
  • procedura di gestione dei Dpi previsti (mascherine,…) a partire dalla consegna, alla formazione sulle modalità di utilizzo e tempistiche fino alla dismissione del DPI o processo di conservazione e pulizia (se previsto);
  • procedura di gestione degli spazi comuni presenti in azienda, mense, aree break, aree fumatori, aree ristoro, bagni, etc tramite contingentazione di tali spazi in modo da evitare assembramenti e ridurre i tempi di fruizione e rischio;
  • procedura di gestione degli ingressi e delle uscite differenziando per quanto possibile le entrate, le uscite ed i relativi orari di ingresso;
  • procedura di gestione di tutte quelle occasioni di assembramenti in azienda favorendo le modalità di riunione, formazione ed eventi che garantiscano un distanziamento sociale adeguato;
  • procedura di gestione di persona asintomatica all’interno degli spazi di lavoro aziendali secondo quanto indicato dal protocollo in vigore; informazione specifica sulle modalità di comportamento da parte di tutti i soggetti coinvolti.

Ultimo passo da effettuare prima di un mantenimento delle condizioni di sicurezza aziendale sono gli adempimenti burocratici e valutazioni tecniche:

  • Redazione Documento di Valutazione Rischio Biologico da Esposizione SARS-CoV2.
  • Redazione delle Comunicazioni previste dal primo punto del protocollo del 24 aprile 2020 e dei successivi punti 6, 7, 8, 9, 10 e 11 per quanto applicabili ed evidenza della presa visione da parte dei diversi soggetti.
  • Individuazione, in accordo con i soggetti della Sicurezza Interna, dei punti di esposizione delle Informative e delle Comunicazioni (Datore di Lavoro, RSPP, MC, RLS).
  • Individuazione dei dispositivi di protezione individuale e collettivi da fornire ai lavoratori (secondo quanto indicato al punto 6 del Protocollo).
  • La formazione specifica Covid-19 a tutti i lavoratori così come prevista dalle linee guida specifiche.

A cura di ing. Marco Pasello (protezione.coronavirus2020@gmail.com)